Notizie

Dolcetto, scherzetto e selfie Dolcetto, scherzetto e selfie

L’American Folklife Center ha lanciato un progetto collettivo on line: chiunque può postare foto su Flickr per raccontare come si celebrano Halloween e il Giorno dei Morti nelle varie comunità degli Stati Uniti

L’archivista digitale non esiste L’archivista digitale non esiste

O meglio, ogni archivista dovrebbe ormai essere anche digitale. Così la pensa Sibyl Schaefe del Rockefeller Archive Center, secondo la quale la professione non può più prescindere dalla conoscenza e dall’uso degli strumenti informatici

Activist Archivists: il braccio memore di Occupy Activist Archivists: il braccio memore di Occupy

Non basta agire. Serve anche documentare, e bene, per creare contenuti che siano accessibili anche agli storici di domani. Questa la molla che ha spinto un gruppo di archivisti, capitanati da un professore della NY University, ad insegnare le “buone maniere” della produzione digitale ai ragazzi dei movimenti americani

L’identikit del buon archivista digitale L’identikit del buon archivista digitale

Sul blog The Signal, l’esperto di conservazione digitale Peter Chan ha provato a elencare i principali compiti che caratterizzano la sua professione e le competenze necessarie per svolgerli al meglio

Venezia, 1.000 anni di storia su cloud Venezia, 1.000 anni di storia su cloud

Prosegue il progetto Time Machine, finalizzato alla digitalizzazione delle fonti custodite nell’Archivio di Stato della città lagunare. L’obiettivo è di preservarle nel lungo periodo e renderle accessibili a storici, ricercatori e appassionati

Volontari a raccolta per digitalizzare gli Smithsonians Volontari a raccolta per digitalizzare gli Smithsonians

Per rendere accessibili on line i 137 milioni di opere custoditi nei 19 Musei e 9 centri di ricerca facenti capi all’istituzione, sono stati allestiti un ufficio e una piattaforma on line. Chiunque interessato può offrire il proprio contributo alla trascrizione digitale delle opere

“Archivisti e fan insieme per salvare la memoria di Internet” “Archivisti e fan insieme per salvare la memoria di Internet”

Altro che distinzione tra cultura alta e cultura bassa: secondo lo studio Henry Jenkins, intervistato da The Signal, le community on line e le istituzioni della conservazione devono lavorare fianco a fianco per preservare dall’oblio la produzione culturale dei nostri giorni

FBI, impronte digitali di nome e ora anche di fatto FBI, impronte digitali di nome e ora anche di fatto

30 milioni di documenti relativi a crimini, e 83 milioni di tessere contenenti le impronte di altrettanti cittadini sono stati riversati su un nuovo database on line. Grazie a ciò si abbattono drasticamente i tempi per effettuare incroci e controlli

I veri ribelli di Timbuktu I veri ribelli di Timbuktu

Internazionale ha tradotto un reportage americano sul salvataggio di migliaia di documenti storici da un incendio doloso. Una vicenda nella quale è stata determinante, suo malgrado, anche la conservazione digitale

Azioni sul documento

pubblicato il 2009/11/17 17:41:37 GMT+2 ultima modifica 2020-07-02T16:15:15+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina