Utilizzare la statistica per quantificare i rischi delle attività di conservazione digitale

Una collaborazione tra gli Archivi Nazionali del Regno Unito, gli statistici dell’Università di Warwick e i professionisti di altri cinque archivi britannici ha permesso di mettere a punto un modello statistico finalizzato alla quantificazione dei rischi derivanti dalle attività di conservazione digitale.

Gli Archivi Nazionali del Regno Unito, gli statistici dell’Università di Warwick e i professionisti di altri cinque archivi britannici hanno collaborato insieme per mettere a punto un modello statistico per la quantificazione dei rischi derivanti dalle attività di conservazione digitale. 

Alla base del modello, la rete bayesiana, tecnica statistica avanzata che mette in relazione le dipendenze tra i vari fattori di rischio.

Dal modello è discesa lo sviluppo di un prototipo web per il suo utilizzo, liberamente accessibile a tutti i professionisti ed esperti della conservazione digitale interessati.

Leggi i dettagli sul sito The National Archives.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina