Gli errori delle piattaforme telematiche bloccano lo sviluppo delle istanze online per la Pubblica Amministrazione

Simone Sorce, archivista informatico, fa il punto sulla criticità dello sviluppo in Italia delle piattaforme digitali per la PA, legata ad errori e fronti critici.

La possibilità di presentare istanze online alla PA permette di attuare il concetto di cittadinanza digitale, che è ormai largamente diffuso nel Codice dell’amministrazione digitale, tuttavia l’ambito non è privo di fronti critici.

Simone Sorce, archivista informatico, sottolinea come, in primis si contino i problemi legati alla realizzazione delle piattaforme dedicate allo scopo. Infatti, sebbene la possibilità di usare vie telematiche per gli scambi tra privati e PA rechi notevoli vantaggi in termini di ottimizzazione di tempi e costi, in Italia fatica ancora a prendere piede una cultura della digitalizzazione rispetto agli altri Paesi.

La realizzazione di una piattaforma per la presentazione di istanze online non può prescindere dalla conoscenza dei principi fondamentali della gestione documentale e dalla consapevolezza che essi devono essere la base su cui impostare qualunque intervento su parte o tutto il sistema di gestione informatica dei documenti.

Leggi tutto l'articolo su Agenda Digitale.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/03/18 18:53:00 GMT+2 ultima modifica 2020-03-18T19:08:47+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina