Usa, i National Archives in prima linea a supporto dei veterani del Vietnam

I National Archives degli Stati Uniti hanno digitalizzato i documenti contenuti in circa 29.000 scatole relativi a richieste per l’ottenimento di prestazioni di invalidità presentate da veterani della guerra del Vietnam esposti a sostanze tossiche.

Facendo seguito a una legge approvata nel 2019, con un grande sforzo in termini organizzativi, i National Archives degli Stati Uniti hanno digitalizzato in tempi molto brevi i documenti contenuti in circa 29.000 scatole.

Tali documenti sono relativi a richieste per l’ottenimento di prestazioni di invalidità presentate da veterani della guerra del Vietnam, in servizio presso la marina ed esposti a sostanze tossiche, tra cui l’Agente Orange. Lo scopo è di accelerare i tempi per l’esame dei singoli casi e l’eventuale concessione delle prestazioni.

Tra i dati figurano svariate tipologie di fonti, tra cui anche dettagliate ricostruzioni delle operazioni quotidiane condotte a bordo delle navi.

Dopo la guerra del Vietnam - si legge in un articolo di Nextgov - i soldati che avevano prestato servizio nelle acque intorno al Paese incontrarono molti ostacoli amministrativi nel tentativo di dimostrare di essere stati esposti ad agenti tossici. Per molti è stato di conseguenza difficile ricevere quanto spettato, sebbene abbiano sviluppato sintomi e malattie simili a quelli di altri membri dell’esercito impegnati sul suolo del Vietnam.

Leggi l'articolo completo sul sito di Nextgov.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/10/15 07:15:00 GMT+1 ultima modifica 2020-10-15T11:39:19+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina