Online 700mila pagine di manoscritti e libri rari: nasca la Estense Digital Library

Le riproduzioni di circa 8.000 documenti antichi - tra cui manoscritti, libri storici, fondi musicali e fondi cartografici - per un totale di 750 mila pagine sono state pubblicate online nella Estense Digital Library,nuovo “avatar virtuale” della Biblioteca Estense.

Pubblicate online nella Estense Digital Library,nuovo “avatar virtuale” della Biblioteca Estense le riproduzioni di circa 8.000 documenti antichi - tra cui manoscritti, libri storici, fondi musicali e fondi cartografici - per un totale di 750 mila pagine.

Le opere, catalogate e digitalizzate, si fregiano dello standard IIIF (International Image Interoperability Framework), usato per la digitalizzazione ad altissima definizione, grazie al quale è tra le altre cose possibile riprodurre, annotare, comparare, creare "liste" e "storie", e condividerle (anche sui social), con pochi passaggi, i contenuti pubblicati online.

Assieme alla Biblioteca Apostolica Vaticana, l’Estense Digital Library è l’unica istituzione culturale italiana ad avere adottato questo standard per la presentazione delle riproduzioni digitali delle proprie opere online.

Tra i contenuti più importanti presenti nella nuova biblioteca digitale, spicca la Carta del Cantino, planisfero commissionato nel 1501 dal duca di Ferrara Ercole I ad Alberto Cantino, suo emissario in Portogallo dal 1501 al 1505. La mappa, delle dimensioni di 220  per 105 centimetri, contiene la prima descrizione delle coste del Brasile e delle allora recentissime scoperte di Cristoforo Colombo.

Accedi al sito della Estense Digital Library.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/09 11:20:00 GMT+1 ultima modifica 2020-07-09T17:58:08+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina