Sinai Palimpsests Project, presto online i manoscritti palinsesti del Monte Sinai

Il Mondo degli archivi descrive il progetto che ha portato alla digitalizzazione, e prossima pubblicazione in rete, di 160 documenti storici appartenenti alla categoria dei palinsesti, sui quali si scrivevano e cancellavano più e più volte i testi di modo da riusarli

Con il termine palinsesto, in ambito filologico si fa riferimento ad una pagina manoscritta, su un rotolo di pergamena o di un libro, sulla quale è stato scritto un testo che poi è stato cancellato, di modo che la pagina potesse essere nuovamente sovrascritta, anche più volte. Nella biblioteca del monastero di Santa Caterina sul Monte Sinai, che custodisce circa 4.500 manoscritti, sono conservati tra gli altri circa 160 documenti sinaitici appartenenti alla categoria dei palinsesti.

Grazie al Sinai Palimpsests Project (SPP), cominciato nel 2009 e tuttora in svolgimento, parte di questo patrimonio è stata digitalizzata e sarà presto consultabile in rete. Il progetto è stato recentemente oggetto di approfondimento su Il Mondo degli archivi.

I testi cancellati - si legge nell’articolo - erano scritti prevalentemente in greco, siriaco, georgiano, armeno, ma anche in latino, arabo ed etiopico. Particolarmente significative sono le scritture in albanese caucasico e aramaico palestinese. Questi testi – inaccessibili per secoli – oggi possono essere recuperati e letti con l'aiuto della fotografia digitale.

Il Sinai Palimpsests Project (SPP) – finanziato dalla Arcadia Fund e coordinato dalla Early Manuscripts Electronic Library (EMEL) – si è posto come obiettivo l'utilizzo della tecnica delle immagini multispettrali per leggere questi palinsesti. Il progetto è iniziato nel 2009 e nel 2018 – a conclusione della sua prima fase – è stato realizzato, con l'ausilio dell'University of California Los Angeles (UCLA), un database contenente i dati relativi a tutti i fogli palinsesti, con l'indentificazione dei testi, la descrizione materiale e le immagini multispettrali. Tale database sarà reso consultabile in breve tempo all'indirizzo internet www.sinaipalimpsests.org.

Il punto di forza del progetto – come si accennava – è indubbiamente l'acquisizione delle immagini...

Continua a leggere su Il Mondo degli Archivi

Anche la BBC ha dedicato un approfondimento al Sinai Palimpsests Project (SPP). L’articolo, in inglese, può essere letto sul sito della testata britannica.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina