domenica 18.02.2018
caricamento meteo
Sections

Science in the Archives. Pasts, Presents, Futures

Spaziando dall’antichità classica al ventunesimo secolo, un volume edito negli Stati Uniti fa luce sul ruolo fondamentale che gli archivi hanno svolto e continuano a svolgere per il progresso delle scienze naturali e umanistiche
Science in the Archives. Pasts, Presents, Futures

Science in the Archives. Pasts, Presents, Futures

La University of Chicago Press ha pubblicato il volume “Science in the Archives. Pasts, Presents, Futures”, a cura di Lorraine Daston. Di seguito la traduzione italiana della presentazione del volume, a cura dell’editore:

Gli archivi rimandano all’idea di stanze colme di vecchie carte e oggetti polverosi. Per gli scienziati però, i reperti del passato possono essere un tesoro ricco di materiali di vitale importanza per le attività di ricerca del presente e del futuro: fossili collezionati dai geologi, banche dati assemblate dagli esperti di genetica, raccolte di dati meteorologici a cura dei climatologi, biblioteche consultate dagli storici. Si tratta di collezioni di vitale importanza, messe in piedi e curate per decenni, secoli, talvolta millenni, grazie alle quali è possibile definire le scienze degli archivi.

Con Science in the Archives, Lorraine Daston e i suoi co-autori ci offrono il primo studio che fa luce sul contributo degli archivi al progresso delle scienze naturali e umanistiche. Spaziando tra discipline e epoche, gli autori approfondiscono eventi accaduti nella storia dell’astronomia, della geologia, della genetica, della filologia, della climatologia, della medicina e di svariati altri ambiti, facendo riferimento a pratiche di fondamentale importanza quale la raccolta e il recupero di informazioni e il data mining.

Nei capitoli si coprono temi che vanno dalla dossologia nell’antichità greco-romana, alle tecniche  di sorveglianza messe in atto dalla National Security Agency degli Stati Uniti nel ventunesimo secolo. Esplorando le metodologie, le strategie, gli aspetti economici e il potenziale delle scienze degli archivi, quest’opera rivela la dimensione essenzialmente storica delle scienze e al contempo offre una nuova prospettiva a lungo termine, della quale si aveva molto bisogno, al dibattito sull’uso dei big data in ambito scientifico.

< Parole chiave: , , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 07/02/2018 — ultima modifica 30/01/2018
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Scrivi sette in cifre.
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali