Online il Corpus Chartarum Fabriano

La Fondazione Fedrigoni Fabriano ha creato uno strumento di consultazione della raccolta di carte filigranate prodotte dai mastri marchigiani dal 1267 ad oggi

Dallo scorso settembre, la Fondazione Fedrigoni Fabriano ha pubblicato in consultazione online il Corpus Chartarum Fabriano, raccolta di carte filigranate prodotte dai mastri cartai della cittadina marchigiana dal 1267 ad oggi. Con la creazione dello strumento, si persegue l’obiettivo di facilitare la datazione di manoscritti, incunaboli e altri documenti cartacei custoditi presso gli archivi di tutto il mondo.

“Avere a disposizione un repertorio di filigrane, legate al luogo di produzione e a quello di reperimento delle stesse - si legge sul sito della Fondazione - apre nuovi ambiti di ricerca e sviluppa tematiche di ordine storico, economico, tecnico, artistico, correlate alla paleografia, alla diplomatica, alla filologia, alla bibliologia. Confidiamo inoltre nella novità rappresentata dal configuratore (software per visualizzare le carte) per favorire passi in avanti nello studio della filigrana”.

Il progetto per l’accesso digitale al Corpus Chartarum Fabriano è stato lanciato nel 2016 e ad oggi ha portato alla pubblicazione online delle carte della Collezione "Augusto Zonghi”, che annovera 2.213 esemplari, 1.697 delle quali appartenenti alla schiera di quelli filigranati, datati e fabbricati a Fabriano tra il 1267 e il 1798.

Completata questa prima fase, il progetto proseguirà con la digitalizzazione e pubblicazione online della  Raccolta “Luigi Tosti Duca di Valminuta”, composta da più di 1.500 filigrane datate a partire dal 1785, prodotte da cartiere italiane ed estere.

“Elemento fondamentale del Corpus - spiegano i promotori del progetto - è la realizzazione di un database informatico appositamente strutturato per rispondere ai requisiti richiesti dalla comunità scientifica di riferimento. Il repertorio è collegato a una piattaforma web che permette all'utente di effettuare ricerche, ma anche interfacciarsi con il Corpus proponendo le proprie conoscenze e informazioni”.

Su Il Mondo degli Archivi, un articolo illustra le principali caratteristiche e finalità del progetti.

“Le carte fabrianesi - si legge nel testo - sono state analizzate con le più sofisticate tecnologie con l’obiettivo di fornire elementi utili a studiosi e ricercatori per il confronto dei soggetti simili e nel catalogo viene fornita l’indicazione del luogo di provenienza del documento, la data del foglio filigranato, la posizione e, rispetto ai filoni, la distanza (portata) fra i filoni adiacenti e l’altezza, la larghezza e lo spazio misurato in centimetri occupato da 20 vergelle (densità delle vergelle secondo Zonghi)”.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina