venerdì 17.08.2018
caricamento meteo
Sections

Notizie

  • 13/01/2012

    Germania, un puzzle digitale ricostruisce gli archivi della Stasi

    Un articolo del Post presenta un progetto che sta portando alla ricostruzione di migliaia di documenti semi-distrutti dalla polizia segreta della Repubblica Democratica Tedesca alla vigilia della caduta del Muro. Circa 600 milioni di pezzetti di carta contenuti in 16.000 pacchi sono ora ricomposti ad un nuovo software che digitalizza i frammenti e li compone in immagini

  • 11/01/2012

    America, i virus cancellano anche gli ergastoli

    Punto Informatico rende conto di una singolare vicenda che porterà all’annullamento della condanna, e alla ripetizione del processo, nei confronti di un giovane accusato di omicidio. Tutto nasce dalla perdita degli atti ufficiali del primo processo, salvati solo sul computer dello stenografo e andati distrutti a causa di un virus

  • 04/01/2012

    America, ancora ritardi per l’archivio digitale dell’FBI

    Un report pubblicato on line dal Dipartimento della Giustizia statunitense certifica un ulteriore slittamento dei tempi per la messa a regime del sistema informatico Sentinel, che dovrebbe digitalizzare l’intera gestione delle pratiche in capo al Federal Bureau of Investigation. All’origine del ritardo, problemi di tenuta hardware riscontrati in un test svolto di recente

  • 27/12/2011

    Scoppia Eraseragate, in America la (non) conservazione dei dati diventa un caso politico

    Il Post rende conto della vicenda che sta interessando Mitt Romney, candidato alle prossime primarie repubblicane, e che parte dalla cancellazione dei dati prodotti e archiviati durante il suo mandato di governatore del Massachusetts, dal 2003 al 2007. Una questione spinosa e controversa, si legge nell’articolo, anche a causa della scarsa chiarezza delle norme americane in materia di conservazione dei documenti amministrativi

  • 26/12/2011

    30.000 anni in 1 e 39 euro per 1.000.000 di tracciamenti

    Traendo spunto da due recenti notizie, sulla colonne de Il Post l’avvocato Carlo Blengino riflette sulla sterminata e crescente produzione di dati informatici che caratterizza il presente, e su come l’abbattimento dei costi per la loro produzione e archiviazione possa avere anche effetti inquietanti per quanto riguarda il controllo dei comportamenti individuali

  • 12/12/2011

    Cultura e memoria, cosa resterà di questi anni digitali?

    Sul sito del collettivo di scrittori Wu Ming, in risposta ad un articolo dedicato alla produzione delle merci e dei contenuti digitali, i lettori hanno dato vita ad un articolato confronto sulle problematiche relative alla conservazione e alla salvaguardia nel lungo periodo delle conoscenze e dei saperi prodotti, distribuiti e condivisi sui supporti informatici

  • 01/12/2011

    Internet, una “biblioteca senza polvere”

    Dalle colonne digitali de Il Post, prendendo spunto dalla prossima chiusura della piattaforma di blogging Splinder, Massimo Mantellini invita a riflettere sull’importanza della rete come archivio di parole che occorrerebbe preservare a prescindere dalle scelte dei singoli attori

  • 13/10/2011

    “Keeping Archives Alive in a Digital World: Archival Preservation in the 21st Century”

    Il 26 e il 27 ottobre Toledo ospita la International Conference of the Round Table on Archives (CITRA), l’evento internazionale promosso dal Consiglio Internazionale degli Archivi (ICA), per riflettere sulle prospettive strategiche delle discipline archivistiche. Grande attenzione sarà dedicata quest'anno alle tematiche dell’archiviazione digitale

  • 07/09/2011

    Libri di carta, e-book, lettura lineare e qualche luogo comune da smentire

    Riprendendo un articolo del New York Times, il Post riporta le posizioni del critico letterario Lev Grossman, che propone un parallelo tra l'avvento dell'editoria elettronica e il passaggio dai rotoli di pergamena ai codici, ed evidenzia come la carta permetta modalità di lettura molto più flessibili di quanto si tenda spesso a pensare. Addirittura più versatili, ipotizza l'autore, di quelle che si attribuiscono, forse erroneamente, ai nuovi formati digitali

  • 27/07/2011

    L'archiviazione efficace, imperativo categorico del verbo dematerializzare

    L'inchiesta pubblicata di recente su eGov contempla anche un'intervista a Monica Grossi, docente di Archivistica presso l’Università di Urbino, che affronta il tema dell’archiviazione nelle PA italiane da molteplici punti di vista. Tra le altre cose, l'intervistata sottolinea l’importanza di un approccio organizzativo e non solo tecnologico alla materia, indica l’integrazione tra cartaceo e digitale come il modello migliore, e valuta positivamente le inziative di rete tra più amministrazioni, citando su tutte l’esperienza dell’Emilia-Romagna

  • 08/10/2010

    ParER come caso di studio al IV Simposio internazionale di Oslo

  • L’oblio digitale come alba di un nuovo Medio Evo?

    È a partire da questa forzatura, e in particolare dal paragone con l’incendio della biblioteca di Alessandria, che un articolo dell’Economist sostiene l’importanza di tracciare la memoria di Internet e conservare, specie attraverso iniziative pubbliche, i tanti dati, contenuti e documenti che rischiano di scomparire a causa del sempre più frenetico e incessante cambiamento tecnologico

Azioni sul documento

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali