domenica 25.06.2017
caricamento meteo
Sections

Le firme digitali dopo l’emanazione del regolamento eIDAS

L’argomento è stato approfondito da Roberto Arcella su Agenda Digitale
Le firme digitali dopo l’emanazione del regolamento eIDAS

eIDAS

Su Agenda Digitale di recente è stato pubblicato l’approfondimento “Firme digitali: che cosa cambia con eIDAS”, a firma di Roberto Arcella, esponente del Centro Studi Processo Telematico. “Con l’entrata in vigore del Regolamento eIDAS – si legge nell’abstract – dallo scorso primo luglio 2016 sono intervenute rilevanti modifiche che riguardano la disciplina, anche tecnica, delle firme elettroniche. Vediamo tutto ciò che c’è da sapere.

Da qualche tempo – scrive Arcella in apertura – nei rapporti di verifica delle firme PAdES, eseguita con Acrobat DC, appaiono due diverse tipologie di messaggi: per talune firme un primo messaggio attesta trattarsi di “Firma elettronica qualificata conforme alla direttiva europea 1999/93/C”; in altri casi si legge che è “Firma elettronica qualificata conforme al Regolamento europeo 910/2014”. E ciò accade anche per le firme apposte successivamente al 1° luglio 2016, data in cui la direttiva europea 1999/93 è stata abrogata per mano proprio del Regolamento 910/2014.

Che cosa vuol dire tutto ciò? Se la firma è apposta successivamente all’abrogazione  della direttiva 1999/93, essa è valida ancora come firma digitale? In realtà, con l’entrata in vigore del Regolamento eIDAS, dallo scorso 1° luglio 2016 sono intervenute rilevanti modifiche che riguardano la disciplina, anche tecnica, delle firme elettroniche…

Continua a leggere su Agenda Digitale

< Parole chiave: , , , - Argomenti: , - Tipologie: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 23/05/2017 — ultima modifica 16/05/2017
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Quanto fa tre più tre ?
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali