martedì 19.06.2018
caricamento meteo
Sections

I 12 diritti affermati dal Regolamento privacy

Sostenendo la necessità di fare maggiore informazione a riguardo nei confronti dei cittadini, Catia Maietta ha dedicato un articolo al loro approfondimento su Agenda Digitale
I 12 diritti affermati dal Regolamento privacy

foto di mohamed_assan (pixabay.com/photo-3256079 - CC0 1.0)

Dal 25 maggio in tutti gli Stati dell'Unione Europea scatta l'obbligo di dare piena attuazione a quanto previsto dal nuovo Regolamento privacy. In vista di questa fondamentale scadenza, secondo Catia Maietta, autore di un approfondimento su Agenda Digitale, si è fatta molta attività di informazione rivolta alle organizzazioni che dovranno attuare la normativa, ma decisamente di meno nei confronti dei cittadini, che in ultima analisi dovrebbero essere i principali beneficiari dei principi affermati con il nuovo quadro di regole. Partendo da questo presupposto, l'esperta ha elencato e brevemente presentato i 12 principali diritti di cittadinanza introdotti con il nuova quadro di regole.

“Nonostante la nuova disciplina sia stata ispirata dall’esigenza di introdurre una regolamentazione più rigida, rispetto al passato, quanto all’utilizzo dei dati personali, puntando su di una maggiore tutela, responsabilizzazione e consapevolezza delle grandi risorse che si celano dietro l’uso degli stessi - si legge in apertura - vi è da registrare, nel flusso di informazioni che si stanno susseguendo a ridosso dell’entrata in vigore del Regolamento, una sorta di cosiddetto ‘vuoto informativo’ nei confronti della categoria che, invece, è certamente quella maggiormente e direttamente interessata da questo grande cambiamento: i cittadini europei, in qualità di titolari dei dati tutelati dal regolamento”. Di seguito l’elenco dei 12 diritti oggetto di approfondimento nell’articolo:

●      Richiesta del consenso

●      Tutele sulla prestazione del consenso

●      Divieto di trattare alcune categorie di dati personali

●      Diritto di accesso dell’interessato

●      Dovere di fornire le informazioni richieste

●      Possibilità di proporre reclamo/ricorso

●      Diritto di rettifica

●      Revoca del consenso

●      Diritto all’oblio

●      Diritto di limitazione del trattamento

●      Diritto alla portabilità dei dati

●      Diritto di opporsi al trattamento dei dati.

Leggi l’articolo su Agenda Digitale

< Parole chiave: , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 28/05/2018 — ultima modifica 22/05/2018
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Quanto fa sette più due ?
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali