martedì 27.06.2017
caricamento meteo
Sections

Giugno 2014-Dicembre 2016: un anno e mezzo di fatturazione elettronica

L’Agenzia per l’Italia Digitale ha pubblicato un bilancio: nei primi 18 mesi successivi all’introduzione ella riforma le pubbliche amministrazioni hanno gestito on line più di 55 milioni di fatture
Giugno 2014-Dicembre 2016: un anno e mezzo di fatturazione elettronica

fattura elettronica - immagine tratta dal sito di AgID

Dallo switch off alla fattura elettronica risalente al giugno 2014, al 31 dicembre 2016, le pubbliche amministrazioni italiane hanno gestito on line più di 55 milioni di fatture. È quanto comunicato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), che attesta a 30 milioni il volume di fatture gestite nel solo 2016 a fronte dei circa 1,9 milioni “censiti” nei primi sei mesi successivi all’introduzione della riforma. Sempre secondo AgID, “il passaggio al digitale ha generato un risparmio di circa € 17 a fattura, per arrivare ad un risparmio annuo complessivo di oltre 1 miliardo di euro”.

A beneficiarne – precisa la nota – sono per la maggior parte gli Enti Locali: il 41% degli uffici destinati alla Fatturazione elettronica appartiene a amministrazioni comunali e loro unioni, consorzi o associazioni. In generale, il numero degli uffici è cresciuto molto negli anni: si è passati dai 30.000 del 2014 ai 56.800 nel 2016.

FatturaPA è molto diffusa tra le imprese italiane, circa il 30% la utilizza quotidianamente - a fronte di una media europea del 18%- con quasi 2 milioni di fatture inviate solo dalle PMI tra il 2015 e il 2016. Tali dati collocano di fatto l’Italia al quarto posto tra i Paesi europei per l’uso della Fatturazione Elettronica, all’interno delle classifiche DESI 2017 sul tema dell’integrazione delle tecnologie digitali.

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/06/2017 — ultima modifica 14/06/2017
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Scrivi sette in cifre.
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali