Firme digitali: una sentenza della Cassazione

Stabilita la piena equivalenza delle firme digitali di tipo CAdES e PAdES, seppure con le rispettive differenti estensioni, anche in sede di processo civile

Con la sentenza numero 10266 del 2018 le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno stabilito che, alla luce di quanto previsto dalla normativa europea di riferimento, le  firme digitali di tipo CAdES e PAdES, seppure con le differenti estensioni <*.p7m> e <*.pdf>, hanno lo stesso valore e devono essere entrambe essere riconosciute come valide ed efficaci, anche in sede di processo civile.

"Secondo il diritto dell'UE e le norme, anche tecniche, di diritto interno - si legge nella conclusione della sentenza le firme digitali di tipo CAdES e di tipo PAdES, sono entrambe ammesse ed equivalenti, sia pure con le differenti estensioni <*.p7m> e <*.pdf>, e devono, quindi, essere riconosciute valide ed efficaci, anche nel processo civile di cassazione, senza eccezione alcuna".

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina