Cloud pubblico: al via il percorso di qualificazione dei cloud service provider

Le pubbliche amministrazioni potranno fare domanda per chiedere la qualificazione delle proprie infrastrutture tramite una piattaforma online fornita dall’Agenzia per l’Italia Digitale

L'Agenzia per l'Italia Digitale ha messo a punto la piattaforma online che le pubbliche amministrazioni potranno utilizzare per chiedere la qualificazione dei propri cloud service provider (CSP). “Presto - informa una nota - sarà disponibile anche quella riservata ai fornitori di servizi Software as a service (Saas) della PA”.

I soggetti pubblici e privati che intendono qualificarsi ed entrare così nel Marketplace cloud della PA - prosegue la nota - dovranno dimostrare di possedere una serie requisiti organizzativi, di sicurezza, di performance e scalabilità, interoperabilità e portabilità fissati dalla circolare Agid n. 2 del 9 aprile 2018.

Il percorso di qualificazione dei fornitori CSP e Saas della PA rientra nella strategia Cloud della Pa, delineata da Agid in coerenza con gli obiettivi del Piano triennale per l’informatica pubblica 2017-19, per favorire l’adozione del modello del cloud computing nelle amministrazioni italiane.

La finalità è quella di creare un Marketplace Cloud della PA dove le pubbliche amministrazioni potranno acquistare servizi e infrastrutture cloud qualificati con caratteristiche omogenee e che rispettino elevati standard di sicurezza, efficienza ed affidabilità.

A partire dal 20 novembre 2018, le amministrazioni saranno tenute ad acquisire esclusivamente servizi cloud qualificati da Agid presenti nel marketplace.

Per ricevere ulteriori informazioni sulle procedure di qualificazione, gli operatori interessati possono inviare una mail all’indirizzo: qualificazione-cloud@agid.gov.it.

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina