martedì 24.10.2017
caricamento meteo
Sections

Call for papers: 13th International Digital Curation Conference

In vista della conferenza, in svolgimento a Barcellona il 20 e il 21 febbraio 2018, sarà possibile proporre paper e workshop sulle problematiche legate alla sempre maggiore interoperabilità e condivisione dei dati
Call for papers: 13th International Digital Curation Conference

Barcellona, foto tratta dal sito del Digital Curation Centre

I promotori della 13esima edizione della International Digital Curation Conference (IDCC), in programma a Barcellona il 20 e 21 febbraio 2108, hanno lanciato una call for papers dedicata al tema “Beyond FAIR - from principles to practice to global join up”.

Il bisogno di gestire e condividere i dati digitali – si legge nella presentazione della call – ha acquisito sempre più importanza negli ultimi decenni. Le capacità di gestire i dati in maniera efficace e i servizi di curatela sono essenziali per supportare tali pratiche. Molti progressi sono stati compiuti grazie all’implementazione di servizi forniti da istituti di ricerca, fondazioni, imprese commerciali e altri tipi di organizzazioni. Con la progressiva maturazione del contesto di riferimento, l’attenzione si sposta sempre più sulle attività di coordinamento e interoperabilità, con investimenti significativi quali la NIH Commons initiative, lo European Open Science Cloud e l’African Open Science Platform.

Queste dinamiche pongono molte questioni di difficile soluzione: chi è responsabile per cosa? Cosa significano effettivamente principi come il FAIR e come occorrerebbe valutarli? Come permetere l’interoperabilità tra le varie infrastrutture e servizi in costruzione? Da dove arrivano gli investimenti e come fare per renderli sostenibili?

Nel 2018 il focus della IDCC è condividere lezioni pratiche sugli sforzi fin qui compiuti per la curatela dei dati e il perseguimento dello scenario dei digital data commons. I papers dovrebbero concentrarsi su uno dei seguenti temi principali:

  • Data: ci piacerebbe capire dalle varie comunità professionali attive nel campo della gestione dei dati: cosa funziona, e quando invece gli strumenti falliscono? Quanto è realistica l’ipotesi di usare dati prodotti da altri? Quali sfide emergono dalle attuali policy e azioni di openness?
  • Skills and services: siamo anche in cerca di casi interessanti da parte di chi è impegnato nel campo della gestione dei dati e delle collezioni digitali. Quali programmi avete eseguito per condividere e potenziare gli skill? In che modo state valutando l’offerta nei diversi ambiti di applicazione? Come stanno maturando e cambiando nel tempo i servizi e la loro relativa offerta?
  • Value: in termini di impatto e sostenibilità, che tipo di valore sociale deriva dalla condivisione e dal riuso dei dati? Quali modelli si stanno affermando per dimostrare questo tipo di impatto? Come vengono sostenuti economicamente i servizi?

Il termine per la presentazione dei paper è fissato al 23 ottobre. Per i workshop invece la deadline è al 30 ottobre.

Tutti i dettagli sulle modlaità di partecipazone sono disponibili sul sito della conferenza.

< Parole chiave: , , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 05/10/2017 — ultima modifica 05/10/2017
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Scrivi sette in cifre.
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali