giovedì 23.11.2017
caricamento meteo
Sections

Bologna, un Archivio per conservare la memoria dei videogame

Su Il Mondo degli Archivi un articolo a firma di Dario Taraborelli illustra le funzioni e le attività dell’Archivio videoludico della Cineteca di Bologna, nato nel 2009 per raccogliere, conservare e studiare i videogiochi
Bologna, un Archivio per conservare la memoria dei videogame

foto tratta dal sito dell'Archivio videoludico di Bologna

Su Il Mondo degli Archivi, un articolo a cura di Dario Taraborelli illustra le funzioni e le attività dell’Archivio videoludico della Cineteca di Bologna, operativo dal 2009 con lo scopo di raccogliere, conservare e studiare i videogiochi, promuovendone anche la conoscenza critica nei confronti di determinate categorie di pubblici, a cominciare dai più giovani. Dall’articolo si apprende che l’Archivio ad oggi conserva circa 5.000 titoli, prodotti dal 1977 ai giorni nostri, è che tutti possono essere utilizzati perché la stessa struttura dispone dei computer e delle consolle necessari per la loro fruizione nel contesto originario.

Descrivendo nel dettaglio le sue molteplici attività, Taraborrelli precisa che, a voler essere molto scrupolosi, più che di un archivio vero e proprio sarebbe più opportuno parlare di un centro di documentazione che, tra le altre cose, conserva una raccolta di videogame. “Ma la volontà di preservare per rendere accessibile i materiali con una grande attenzione per il contesto per il quale erano stati prodotti – aggiunge – rendono questo progetto archivisticamente interessante”.

Da un punto di vista strettamente conservativo e catalografico – si legge in un passaggio del sui approfondimento – l’Archivio Videoludico ha dovuto affrontare il tema di come descrivere e considerare un oggetto come il videogioco, fino ad oggi non ritenuto una tipologia di materiale da conservare negli istituti culturali o nella migliore delle ipotesi assimilato ai materiali filmici. Sviluppando un proprio "tracciato" che raccoglie le informazioni di ciascun titolo, aggiungendo una classificazione "tematica" trasversale, in modo che anche i non esperti di videogiochi possano trovare i titoli associabili ad un determinato genere. Come tutte le realtà che si occupano di conservazione di contenuti digitali il tema della conservazione di lungo periodo, e la connessa obsolescenza, rimane una problematica ancora aperta e, nel caso di questo tipo di software, poco esplorata.

Leggi l’articolo integrale su Il Mondo degli Archivi

< Parole chiave: , >
Azioni sul documento
Pubblicato il 14/07/2017 — ultima modifica 30/06/2017
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Quanto fa sette più due ?
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali