Archivi digitali, le questioni irrisolte

Una riflessione di Mariella Guercio per Agenda Digitale: mancata applicazione delle norme e assenza di monitoraggio i principali elementi di criticità

“L’Incapacità di applicare le norme e l’assenza di monitoraggio impediscono di raggiungere gli obiettivi di trasformazione inseguiti da anni e hanno un profondo impatto anche nell’ambito della gestione e della tenuta degli archivi digitali”. Così Mariella Guercio nell’ambito di una riflessione pubblicata su Agenda Digitale.

La gestione e la tenuta degli archivi digitali - scrive l’esperta in apertura - è un ambito che continua a essere penalizzato in Italia. Da un lato dalla mancata adozione di misure organizzative approvate da due decenni, ribadite alcuni anni fa e applicate poco e male in molte amministrazioni, dall’altro dalla inefficienza dell’attuale modello di conservazione digitale a norma.

A pesare sulla realizzazione degli obiettivi di trasformazione digitale di cui si discute da anni, oltre a una sempre più limitata capacità di applicare le norme in vigore, anche quando si tratta di disposizioni ragionevoli e sostenibili, anche l’affievolirsi delle attività di controllo e monitoraggio da parte delle attività competenti…

Continua a leggere su Agenda Digitale

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/30 08:00:00 GMT+1 ultima modifica 2018-07-26T16:26:00+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina