domenica 18.11.2018
caricamento meteo
Sections

Archival Futures

Un nuovo volume raccoglie le riflessioni di diversi professionisti ed esperti internazionali sul ruolo, le funzioni e le sfide che attendono gli archivi e la professione archivistica nei prossimi anni
Archival Futures

Archival Futures

Per la casa editrice Facet Publishing è stato pubblicato il volume “Archival Futures”, a cura di Caroline Brown. La pubblicazione raccoglie i contributi di diversi esperti professionisti ed esperti internazionali dedicati alle prospettive e alle sfide che attendono la professione archivistica nei prossimi anni.

È largamente riconosciuto - si legge nella sua presentazione - che la professione e disciplina archivistica sta affrontando un’epoca di cambiamento. Il paradigma digitale ha cambiato il modo in cui i documenti vengono creati, utilizzati, conservati e comunicati. Allo stesso tempo c’è un dibattito in crescita su temi come la proprietà delle informazioni, l’accesso alle stesse e ancora la loro autenticità e affidabilità in un mondo reticolare e interconnesso. Da un punto di vista pratico, agli archivisti si chiede di più, a cominciare dal possesso di una gamma più estesa di competenze, mentre spesso al contempo le risorse a disposizione diminuiscono e aumenta la competizione con altre professionalità per mantenere il proprio status di esperti in un ambiente in costante mutamento.

Interrogarsi sull’impatto potenziale di questi cambiamenti diventa fondamentale. Alcune riflessioni sono dedicate al ruolo e allo scopo della professione archivistica, altre discutono le conseguenze pratiche che discendono da questi cambiamenti sulle competenze e le funzioni professionali e riflettono sul contributo che gli archivi e gli archivisti possono offrire alla società di metà 21esimo secolo.

Gli autori dei contributi coprono i seguenti argomenti: il ruolo che gli archivi svolgono nei confronti di persone, organizzazioni, comunità e l’intera società; come potrebbero cambiare le attività di selezione, disposizione, descrizione e accesso; l’impatto derivante dalle mutate aspettative sociali per ciò che concerne l’accesso alle informazioni; come la stessa informazione viene scambiata e come gli eventi e le tematiche degne di nota vengono registrati e ricordati; la giusta collocazione degli archivi tradizionali e cosa è e si potrebbe intendere d’ora in avanti per “archivio”; la competizione, o l’opportunità, che arriva da altre tipologie di professioni nei settori dell’informazione, culturali e delle tecnologie; il ruolo futuro della professione archivistica; verità e post-verità; gli archivi come fonte attendibile e autentica.

Di seguito l’indice dei contributi raccolti nel volume:

  • It's the end of the archival profession as we know it, and I feel fine - Kate Theimer
  • Whose truth? Records and archives as evidence in the era of post-truth and disinformation - Luciana Duranti
  • The future of archives as networked, decentralized, autonomous and global - Victoria Lemieux
  • Can we keep everything? The future of appraisal in a world of digital profusion - Geoffrey Yeo
  • Frames and the future of archival processing - Jenny Bunn
  • Access technologies for the disruptive digital archive - Sonia Ranade
  • Multiple rights in records: the role of recordkeeping informatics - Barbara Reed, Gillian Oliver, Frank Upward and Joanne Evans
  • The accidental archive - Michael Moss and David Thomas
  • The end of archival ideas? - Craig Gauld.

Il volume Archival Futures può essere acquistato online sul sito dell’editore.

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/09/2018 — ultima modifica 07/09/2018
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Quanto fa tre più tre ?
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali