lunedì 18.12.2017
caricamento meteo
Sections

“Nuovo CAD”: il Parere del Garante Privacy

Via libera all’impianto generale del decreto correttivo, ma richiesti correttivi per evitare l'accesso indiscriminato ai dati relativi al domicilio digitale, tutelare di più chi invia segnalazioni al difensore civico digitale e definire regole più specifiche per l’accesso ai servizi online
“Nuovo CAD”: il Parere del Garante Privacy

Garante per la protezione dei dati personali

Il Garante per la protezione dei dati personali ha espresso il proprio parere sullo schema di decreto correttivo al Codice dell’Amministrazione Digitale, approvato lo scorso settembre in via preliminare dal Consiglio dei Ministri. L’impianto generale della norma è stato giudicato positivamente, ma si richiedono alcuni correttivi. Tra i principali, misure per evitare l'accesso indiscriminato ai dati relativi al domicilio digitale dei cittadini, maggiori meccanismi di tutela per chi invia segnalazioni al difensore civico digitale, e regole più specifiche per l'accesso ai servizi pubblici digitali e per l'utilizzo dei dati anagrafici.

Pur esprimendo parere positivo sul testo – si legge in una nota – il Garante ha rilevato alcune criticità in merito alla protezione dei dati personali trattati. Nella bozza di decreto, ad esempio, si prevede che "chiunque" possa consultare gli elenchi dei "domicili digitali", tramite sito web e  senza necessità di autenticazione. Secondo l'Autorità, invece, rendere pubblici tali elenchi, peraltro in formato aperto e senza specificare quali dati personali contengano, rischia di favorire l'invio di spam e di aumentare considerevolmente il rischio di furti di identità.

Il domicilio digitale dovrebbe invece essere utilizzabile solo per l'invio di comunicazioni avente valore legale o connesse al conseguimento di finalità istituzionali.

Un'altra disposizione del decreto prevede che il difensore civico digitale pubblichi on line tutte le segnalazioni "fondate"  ricevute dai cittadini, relative a violazioni della normativa sulla digitalizzazione della Pa. Tale obbligo - afferma il Garante - non solo comporta una diffusione sproporzionata dei dati di chi denuncia un problema, ma rischia di essere un deterrente all'esercizio di tale diritto per il timore dell'utente di subire eventuali ritorsioni. Sarebbe quindi auspicabile prevedere sempre l'oscuramento dei dati personali eventualmente presenti nei documenti oggetto di pubblicazione online sia nel caso di segnalazioni, sia nel caso delle decisioni sulle stesse.

Il Garante ribadisce, inoltre, come già indicato in un precedente parere sul Cad, che sarebbe opportuno  tutelare meglio la riservatezza dei dati personali contenuti nelle "Basi dati di interesse nazionale", chiarendone le modalità di utilizzo, nonché valutare la possibilità di concedere l'accesso ai servizi della PA in rete non esclusivamente tramite SPID, ma utilizzando anche altri sistemi disponibili quali la Carta di Identità Elettronica o la Carta Nazionale dei Servizi.

Il Garante sottolinea infine che le indicazioni tecniche che dovrà definire l'Agid in merito al CAD non dovrebbero avere natura di "linee guida", ma di regole prescrittive, tali da garantire livelli più elevati di sicurezza e di protezione dei dati personali.

< Parole chiave: , , , , - Tipologie: >
Azioni sul documento
Pubblicato il 30/11/2017 — ultima modifica 29/11/2017
Aggiungi commento

Puoi aggiungere un commento riempiendo il form sottostante. Formattato come testo semplice. I commenti sono moderati.

Domanda: Quanto fa sette più due ?
La tua risposta:

ParER - Polo archivistico regionale dell'Emilia-Romagna Viale Aldo Moro 64, 40127 Bologna - Tel. +39 051 527 3317 - email: redazioneparer@regione.emilia-romagna.it

IBACN, via Galliera, 21 - 40121 Bologna - Tel. +39 051 527 66 00 - Fax +39 051 232 599

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Strumenti personali